Posted in luglio 2012

Ceglie Food Camp

Il CeglieFoodCamp, un raduno di food e travel blogger che si terrà a Ceglie Messapica la giornata del 20 agosto. Abbiamo selezionato alcuni tra i migliori food e travel blogger a livello nazionale per invitarli a scoprire le eccellenze gastronomiche di Ceglie in un format nuovo a livello nazionale, quello della “passeggiata gastronomica” nel centro storico della nostra città, alla scoperta dei prodotti tipici da degustare in ognuno degli operatori più noti presenti sul territorio.

Credendo inoltre molto nei social media, quali potenti strumenti di promozione turistica ed eno-gastronomica, abbiamo voluto organizzare anche un concorso fotografico con premio in palio (un soggiorno a Ceglie più pacchi di prodotti tipici locali), da svolgersi proprio durante il tour gastronomico, attraverso Instagram, il social network dedicato alla comunicazione delle proprie “emozioni” per mezzo delle foto; nello specifico il concorso sarà un vero e proprio #InstaFood, dove il partecipante dovrà fotografare i prodotti tipici gastronomici e pubblicarli sul proprio account Instagram taggando le foto con specifici hashtag che saranno comunicati in seguito.

La giornata proseguirà poi nel pomeriggio, con la scoperta del territorio cegliese e in serata con l’avvio alle sessione di talk e dibattito in stile barcamp all’interno della sala del Castello Ducale di Ceglie Messapica. Obiettivo sarà quello di discutere sul prodotto a chilometro zero e su come è possibile promuoverlo. Sempre nella giornata del 20 Agosto, all’interno del nostro Castello Ducale sarà possibile visitare due mostre dedicate sempre al tema del Food, ovvero la Video Art and Food “Il cibo nell’Arte Contemporanea” di Ludovico Pratesi e la mostra Food Art Awards.

E’ possibile iscriversi come partecipanti o proporre un intervento compilando il form su http://www.ceglieturismo.it/index.php?option=com_content&view=article&id=28&Itemid=44&lang=it

L’evento è organizzato da www.webinfermento.it in collaborazione col Comune di Ceglie Messapica”

Florence BlogStar: il concorso per un blog su Firenze

Bando aperto per cittadini di tutto il mondo dai 18 ai 35 anni

da intoscana.it di Stefano Prizio

Firenze

Firenze

La città di Firenze e la sua faccia web, un biglietto da visita, un link – il più bello possibile per una delle città più belle – anzi un blog che faccia conoscere Firenze e la sua cultura nel mondo attraverso la rete. Si tratta di un concorso, un contest – va detto in inglese perché anche il blog dovrà essere realizzato rigorosamente nella lingua franca internazionale – rivolto a giovani di ogni parte del globo, ma di età compresa trai 18 e i 35 anni. Cittadini, ma non aziende, nè associazioni o enti.
I partecipanti saranno selezionati da una giuria di esperti in materia e il vincitore sarà premiato con la pubblicazione on line del suo lavoro, del blog insomma, e con il titolo (inventato all’uopo ci pare) di “primo cittadino digitale di Firenze”.
Informazioni e adesioni sono accessibili all’indirizzo email contest@florenceblogstar.com oppure visitando il sito realizzato ad hoc www.florenceblogstar.com.
Ma perché un blog? Perché la convinzione maturata dall’amministrazione fiorentina è che tutto passi ormai dalla rete: l’immagine della città, la sua offerta culturale, la capacità di attirare visitatori. Oggi è attraverso siti specializzati, social network, blog e anche semplici recensioni on line che si possono reperire informazioni e quindi avere un’immagine veritiera, attraente e utile della città.
Il contest ha anche una valenza ulteriore: essendo aperto a cittadini d’ogni parte del mondo, lo stesso concorso restituirà informazioni su come venga percepita Firenze dal mondo creativo e giovanile della rete e dalle persone che vivono lontane dai suoi confini.

Tagged

[Le aziende si presentano] Italy3d.it

Salve a tutti! Che facciamo a Italy3d.it? Semplice: realizziamo Virtual Tour a 360° in alta definizione per strutture ricettive e luoghi d’interesse. Perché? Perché più di tante parole parlano le immagini, e un Virtual Tour è quel che di meglio si possa trovare oggi sulla piazza. Non ci credete? Guardatevi questo Virtual Tour che abbiamo realizzato alla Certosa di Calci (Pisa) e capirete subito.

Il Virtual Tour rappresenta un salto di qualità nell’ambito della promozione turistica, perché invece di ricorrere a tanti video e foto per descrivere un ambiente, basta un unico Virtual Tour per farlo vivere, coinvolgere i visitatori e indurre il desiderio. Inoltre, aspetto tutt’altro che secondario, chi si trova di fronte a un Virtual Tour sa che non può mentire.

Abbiamo creato Italy3d.it a Pisa nel 2011 e insieme ai Virtual Tour offriamo ai nostri clienti pacchetti di visibilità e posizionamento, comprensivi dell’inserimento all’interno del portale ufficiale dell’Aeroporto di Pisa “Galileo Galilei”, che ha un motore di ricerca dedicato a ristoranti e strutture ricettive della Toscana. Per capire meglio cosa è un Virtual Tour e quali siano le sue reali potenzialità vi invitiamo a leggere le seguenti FAQ. Un salutone da Claudio Cini di Italy3d.it e grazie a #Tuttoblogtour per la preziosa ospitalità!

Che cos’è un Virtual Tour?
Il Virtual Tour, come dice la parola stessa, è un visita virtuale all’interno di ambienti e paesaggi, con la possibilità di scoprire e ammirare particolari che in alcuni casi non sono visibili neppure ad occhio nudo, visitandoli di persona. Il Virtual Tour è uno specchio della realtà ed è ciò che i visitatori apprezzano di più: a differenza dei video promozionali, che possono riprodurre soltanto scorci o particolari interessanti, il Virtual Tour restituisce i luoghi esattamente come sono, senza trucchi.

Cosa distingue i Virtual Tour di Italy3d.it?
Italy3d.it realizza Virtual Tour in alta definizione, visibili su tutti i dispositivi (pc, tablet, smartphone) e compatibili con qualsiasi sistema operativo, avvalendosi di strumentazioni all’avanguardia: teleobiettivi, robot computerizzati, speciali software e programmi per offrire un prodotto di estrema qualità. Navigando in Internet è possibile imbattersi in vari tipi di Virtual Tour, e ciò che fa la differenza è soprattutto la definizione delle immagini. L’alta definizione (HD) proposta da Italy3d.it consente di ammirare i Virtual Tour a schermo intero senza che l’immagine sgrani, nonché zoomare sui dettagli per scoprire particolari spesso non visibili ad occhio nudo.

Il potere di un Virtual Tour per la promozione turistica
Tutti noi, prima di partire per una vacanza, ci documentiamo su Internet: prenotiamo l’albergo, scegliamo il ristorante, e soprattutto eseguiamo una ricerca dei luoghi più interessanti da visitare. Le ultime statistiche rivelano che ormai l’85% delle persone si affida a Internet per avere indicazioni utili in vista della vacanza. Da questo ne deriva che se è indispensabile essere presenti e ben posizionati in Internet, è altresì fondamentale presentarsi in modo accattivante e stimolare l’interesse del visitatore. Il pubblico di Internet è di varie nazionalità e culture, ma tutti hanno il medesimo interesse: avere informazioni precise e veloci. E’ ormai dimostrato che l’utente Internet è “veloce”, nel senso che passa velocemente da una pagina all’altra, finché non trova qualcosa di interessante, capace di suscitare la sua attenzione. Lo scopo di un Virtual Tour è dunque quello di offrire al navigatore esattamente ciò che vuole, ossia uno strumento innovativo e accattivante, che gli possa far valutare rapidamente, senza doversi perdere in lunghe letture, abbattendo in questo modo anche la barriera linguistica e suscitando in lui emozioni e coinvolgimento. Non è un caso che i siti che contengono Virtual Tour hanno un tempo medio di permanenza del visitatore molto più lungo rispetto ai siti tradizionali.

I segreti di un Virtual Tour
Un prodotto vivo. Il Virtual Tour si presenta come un prodotto “vivo”, proponendo non immagini statiche ma immagini in movimento e interattive, all’interno delle quali il visitatore può muoversi liberamente in compagnia di un piacevole sottofondo musicale scelto ad hoc. L’interattività dei Virtual Tour consente ai visitatori di scegliere gli ambienti da visualizzare, zoomare sui particolari, allargare le immagini in panoramica, alzare o abbassare lo sguardo, spostarsi in un ambiente adiacente.
Stimolare il bisogno. Quello che le multinazionali fanno da tempo, ossia far nascere il desiderio di avere un determinato prodotto o di visitare un certo luogo, è ciò che un Virtual Tour riesce oggi a fare, a beneficio di luoghi d’interesse o strutture ricettive, distinguendosi dalle tradizionali e obsolete gallerie fotografiche. Una galleria con soltanto foto statiche è sicuramente un’occasione persa per farsi notare e ricordare.

popstrap.com