Playground around the corner

Perché è quasi impossibile trovare informazioni sui parchi giochi, e chi viaggia con bambini pagherebbe oro per averle. Perché non c’è bisogno di andare a Gardaland o in un mini club quando si viaggia in famiglia. Perché i parchi giochi esistono ovunque, proprio dietro l’angolo, ed è importante scoprirli, curarli e comunicarli.

Mi presento: sono Mary, per me viaggiare è vitale, vedere, conoscere, assaggiare.. non posso farne a meno. Con l’arrivo dei due figli ho continuato a farlo adattando i viaggi anche alle loro esigenze e ai loro interessi.
Qual è il massimo desiderio di un bambino se non quello di giocare? E’ vero, i bambini inventano giochi ovunque, ma se esiste uno spazio appositamente predisposto per il gioco, sicuro, accogliente e stimolante perché non sfruttarlo? Ed ecco che i nostri viaggi hanno iniziato a fare soste nei playground di ogni grande città o piccolo paese visitati.

Viaggiando all’estero, ho sempre trovato molte indicazioni sul posizionamento e la dotazione di questi spazi, che esistono ovunque, in luoghi più o meno conosciuti a livello turistico, e che sono quasi sempre aree accoglienti, studiate e perfette per una pausa di gioco all’aria aperta. In Italia, al contrario, sul web si affollano pagine dedicate ai grandi parchi divertimenti, ma non esistono informazioni riguardanti l’ ubicazione di quei piccoli parchi giochi che esistono in ogni paese o città che sia, proprio dietro l’angolo, e che potrebbero risultare  utili a chi viaggia in Italia con bambini al seguito.

Il mio blog, http://www.playgroundaroundthecorner.com/ , vuole raccogliere e fornire alle famiglie in viaggio queste informazioni (al momento mancanti) sul posizionamento e la dotazione di queste aree gioco affinché, scoprendo in lungo e in largo la nostra penisola, possano avere a disposizione indicazioni utili sul dove fermarsi qualora volessero regalare ai piccoli accompagnatori momenti di gioco durante il viaggio, senza dovere necessariamente ricorrere a Gardaland o ad un mini club.
Cercando i parchi giochi nascosti lungo la penisola, ho trovato luoghi meritevoli di lode, che nulla hanno da invidiare ai playground esteri: la via dei bambini di Manarola che conduce ad un parco giochi a picco sul mare, i giochi su sabbia a ridosso dell’azzurro lago di Molveno, accoglienti aree gioco nascoste nei giardini pubblici di famose città come Ferrara e Padova.

Purtroppo non posso elogiare tutti i parchi visitati o conosciuti tramite le descrizioni di tante blogger che, partecipando all’iniziativa Welcome to my playground (http://playgroundaroundthecorner.com/2013/04/09/welcome-to-my-playground/ ), mi scrivono, raccontandomi le loro aree gioco. Esistono parchi giochi anonimi, degradati, quasi sempre non fruibili da chi è portatore di handicap.

Nei miei post racconto i parchi giochi partendo dal contesto in cui sono inseriti, l’Italia è meravigliosa e mi piace elogiarla. Ma nel descrivere i nostri playground cerco di essere molto obiettiva affinché playgroundaroundthecorner possa risultare utile a chi visita l’Italia con bambini al seguito fornendo informazioni relative a dove e come sono i parchi giochi dell’area che visitano. Spesso sono nascosti in pieno centro storico, sono puliti e accoglienti e conoscerne l’esistenza potrebbe essere un aiuto per fare giocare i bambini proprio nel cuore della città continuando ad ammirarne la bellezza.
Secondo scopo è quello di fare luce sull’argomento affinché ai nostri parchi giochi possa essere dedicata la dovuta attenzione e queste aree possano divenire spazi studiati, originali, stimolanti e sicuri, sia per chi vive che per chi visita l’Italia in qualsiasi sua parte.

One thought on “Playground around the corner

  1. Valentina ha detto:

    Bell’idea, brava 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

popstrap.com